24 luglio, UPENDO, UN CD PER LA TANZANIA PDF Stampa E-mail

Una bellissima festa per una grande iniziativa artistica e di solidarietà. Mercoledì pomeriggio (dalle 18) presso la Darsena di Pozzuoli, l’associazione Africaintesta organizza un evento per presentare il Cd “Upendo”. “E’ il nostro primo lavoro discografico – rivela Bettina Giordani – Nasce grazie alla direzione artistica di Lino Canavacciuolo e dalla volontà dei soci fondatori dell’associazione (Isabella Moccia, Eena Ciotola, Achille Garzillo) ed in particolare del nostro presidente Francesco Testa che dedica parte del suo tempo alla musica e la considera uno dei mezzi più efficaci per comunicare Amore. L’amore per l’Africa, ma in particolare verso tutti quei bambini che abbiamo avuto la fortuna di incontrare nei viaggi fatti in Tanzania ed in Etiopia”. Infatti il ricavato dalla vendita del cd sarà interamente destinato alla costruzione di un villaggio per circa 80 bambini orfani a Bunda. Ogni copia corrisponde a circa 10 mattoni. “Quell’area è carente di strutture – spiega – Il villaggio può essere un centro sano di aggregazione fra le comunità e questi minori che hanno il diritto d’avere un futuro. La frazione sarà costruita con la manodopera locale che produrrà manualmente i materiali necessari. Sarà poi una fonte di reddito per le famiglie che aiuteranno il villaggio a mantenersi nel tempo. Lo start up del progetto sarà finanziato con il cd”. Una raccolta musicale contenente due inediti di Canavacciuolo e le cover di artisti famosi (Vincenzo Salemme, Lina Sasti, Eugenio Bennato) e meno noti (Elenea Ledda, Daniele Sepe, Floriana Cangiano, Gabin Dabire, Mario Castiglia, Ensamble Voices Africa Lu, M’Barka Ben Table). Alcuni di loro contiamo di averli al nostro fianco anche a dicembre quando organizzeremo dei concerti”. Diversi modi per aiutare una popolazione lontana che ha tanto bisogno d’aiuto cui quest’associazione si dedica sin dalla sua costituzione nel 2011. Una finalità espressa chiaramente sin dal nome ed attuata realizzando progetti a favore dei bambini più vulnerabili per garantire loro un’infanzia dignitosa. Tale scopo è perseguito principalmente attraverso missioni speciali, sostegno a distanza e il progetto 2 euro per una “vita”. In Tanzania hanno, da tempo, sottoscritto un protocollo d’intesa con l’Arcidiocesi di Mwanza e la diocesi di Bunda. “La presenza a Pozzuoli di un parroco di Mwanza (città vicino a Bunda) ha consentito di conoscere meglio le esigenze di quell'area – racconta – Una zona in cui abbiamo già realizzato una ludoteca presso un orfanatrofio, l’adozione a distanza di molti orfani ed è in fase di consegna di una scuola per orfani a Kiseke. Ora c’è questa nuova idea, una sfida che contiamo di vincere insieme ai nostri concittadini e non solo che ci auguriamo accorrano numerosi alla nostra festa”.

 

 

Valid XHTML and CSS.