17 marzo, QUARTO, INAUGURATO CAMPO SPORTIVO DELLA PARROCCHIA SAN CASTRESE PDF Stampa E-mail

 

QUARTO, SPORT, SOCIALITA’ E RELIGIOSITA’ ALLA PARROCCHIA SAN CASTRESE.
 
Mattina di sport, sociale e spiritualità in via De Curtis a Quarto. La Parrocchia San Castrese ha inaugurato la nuova versione del campetto polisportivo (calcetto e pallavolo) sito nell’area prospiciente l’edificio sacro. “Un’opera realizzata con l’interessamento e l’intervento d’alcuni imprenditori locali guidati dal dr Attilio De Leonardi (direttore della filiale locale della Banca Unicredit) che è stato il promotore dell’iniziativa – rivela il parroco Giuliano PoloniNoi l’abbiamo accolta con gioia perché questo lavoro ci permette di incrementare l’attività del già molto operativo gruppo giovani. Ai loro progetti mi auguro di aggiungerne altri per dare la possibilità ai ragazzi del quartieri e non solo di esprimere le proprie potenzialità sportive, ma anche artistiche, teatrali sempre in un contesto di vita religiosa. Mente sana in corpore sano dicevano i latini e noi stiamo lavorando in questa direzione con la futura iscrizione al Csi come oratorio, con l’ampliamento del coro, la creazione di una scuola di teatro. Tante idee per la crescita sociale e spirituale della cittadinanza”. Segnali positivi per un comune spesso alla ribalta per circostanze negative. L’evento è stato organizzato da Simone Fabbozzi e Nicola Cavallo con la collaborazione della Protezione Civile comunale, del gruppo Le Aquile di Quarto, dell’associazione Nazionale Carabinieri, dei Vigili del fuoco. Nella prima parte sono state disputate diverse partite tra ministranti, catechisti, giovani della Parrocchia (dai 6 ai 15 anni) e dalle associazioni del territorio (le scuole calcio Boys Quarto ed Enzo Zazzaro, la FC Scuola Team Quarto) arbitrate dal signor Carlo (futuro responsabile dell’oratorio). Sugli spalti c’erano presenti delegazioni del Cts Quarto, della Polisportiva Arcobaleno, della Pallavolo Quarto, dell’Iniziativa Popolare Quarto. Hanno assistito alla rassegna anche alcuni politici: il vice sindaco Valentina Del Prete, Mimmo Tiseo, Franco Martinelli, Antonio Granato e Giovanni De Vivo. Presenti anche Giuseppe Romano (rappresentante della Caritas di Pozzuoli), don Genny Guardascione (vicario Forania di Quarto). Ad allietare questi momenti la musica, le manipolazioni dei palloncini dell’associazione culturale “Facimm’Ammuina” . Intorno alle 11.30 l’arrivo del Vescovo accolto dall’entusiasmo generale della folla. “Anche il tempo libero, pausa di distrazione dello spirito è cosa gradita a Dio – ha detto Monsignor Gennaro Pascarella durante la benedizione – Ristorati, rinvigoriti abbiamo maggiore armonia per il rapporto con il Creato ed il Creatore e ci rende più disponibile alla fraternità universale. Questo campo favorisca la serenità dell’animo, gli sportivi sperimentino nella lealtà il valore dell’amicizia. I bambini sappiano socializzare anche attraverso lo sport”. Il momento liturgico è stato concelebrato da don Poloni che ha letto la prima lettera di San Paolo Apostolo ai Corinzi. Ad arricchire la cerimonia i canti eseguiti da alcuni elementi del Coro della Diocesi di Pozzuoli diretto da Luisa Gragnaniello. Sono stati proposti i brani di Frisina attinenti l’evento (Dove la carità, Il Signore mia luce e salvezza, Benedici il Signore anima mia). Al termine una medaglia ricordo è stata consegnata a tutti i bambini, una targa ai partner che hanno reso possibile la manifestazione ed il lavoro di restyling. Prima del buffet offerto da alcuni sponsor, don Felice Ngolo ha scoperto la targa ricordo della mattinata. In un’altra area del cortile erano esposti i quadri del pittore quartese Giuseppe Romano. “Si tratta di un insieme di opere realizzate negli ultimi 3 anni e mezzo con cui voglio comunicare sensazioni positive, piacevoli – spiega – Da giovane ho partecipato a diverse mostre, personali e collettive, avendo anche le recensioni del giornalista Ermanno Corsi e Franco Maguzzo. Nel 1988 ho smesso, poi recentemente ho ripreso esponendo anche al Lago d’Averno, al Maschio Angioino, al Caffè Gambrinus. A gennaio sono stato alla 9° edizione della Biennale di Roma, prestigiosa selezione nazionale. Durante le festività della Pasqua dovrei esporre in Piazza Santa Maria. Sicuramente sarò poi alla Chiesa Gesù Divino Maestro (dal 15 al 30 aprile) e alla Chiesa San Pietro e Paolo (a giugno)”.        
 
 
 

Valid XHTML and CSS.