8 luglio, PARTECIPO AL DOLORE DELLA FAMIGLIA COPPOLA PDF Stampa E-mail

 Pochi minuti fa, rientrando a casa da un impegno, ho acceso il computer e, collegandomi su facebook, il primo post che ho letto è stato quello della scomparsa del dr Giuseppe Coppola che ho avuto il piacere di conoscere nella stagione 2004/05 in cui egli era sindaco di Monte di Procida e seguiva da tifoso le partite interne della locale Virtus Basket ed io ero un collaboratore del quotidiano Napolipiù e mi occupavo della suddetta squadra. Al termine di quel campionato ebbi l’opportunità di intervistarlo.

Unito a ciò colgo l’occasione per esprimere alla famiglia Coppola le mie più sincere condoglianze
 
 
 
Napolipiù del 5 maggio 2005, giovedì.
MONTE DI PROCIDA, FEVOLA E PALAZZETTO PER PUNTARE ALLA B2
SINDACO E PRESIDENTE PENSANO AL 2005 / 06.
 
La stagione per la Diveal Salus Monte di Procida si è conclusa solo qualche giorno fa, ma la società è già proiettata verso la prossima. “Il nostro obiettivo – annuncia il presidente Biagio Romeo – sarà quello di lottare per i play off e quindi per la promozione in B2”. Un traguardo prestigioso per una città di ventimila abitanti che sogna di emulare il cammino della formazione di Capo d’Orlando (Comune messinese di appena undicimila abitanti) che militerà in A1 e verso la cui realizzazione sta lavorando anche l’amministrazione comunale attraverso la costruzione di un nuovo Palazzetto dello Sport. “Il progetto – spiega il sindaco Giuseppe Coppola – è stato già approvato dalla nostra Commissione Edilizia ed ora sta completando l’iter burocratico. Nei prossimi mesi contiamo già di bandire la gara d’appalto per l’assegnazione dei lavori”. Gara che è auspicabile che si svolga prima delle elezioni amministrative del 2006. “L’edificio – aggiunge il primo cittadino montese – sorgerà nei pressi di via Bellavista, in una zona facilmente raggiungibile attraverso via Panoramica”. Fatto il campo serve ora un roster in grado di raggiungere l’obiettivo fissato. E questo lavoro spetta al presidente ed al suo staff. “Il nuovo roster – aggiunge il massimo dirigente montese – sarà certamente competitivo e composto da 14 giocatori, in gran parte giovani. Non abbiamo ancora scelto quali saranno gli innesti perché vogliamo sfruttare i mesi di giugno e luglio per osservare e valutare meglio sia i giocatori presenti sul territorio regionale sia quelli che militano nel nostro settore giovanile in cui abbiamo alcuni cadetti dell’88 e dell’89 che sono molto interessanti”. Il nuovo roster ha però già un leader designato: Danilo Fevola, autore di un ottimo girone di ritorno chiuso con una media di 16 punti a partita, il cui cartellino è però di proprietà della Pompea. “La nostra intenzione – continua il numero uno biancoblu – è quella di riacquistare il suo cartellino. Sappiamo che non sarà facile perché, in questo periodo, ci sono pochi under in circolazione e questo fa sì che avremo la concorrenza sia della società di Maione sia delle altre squadre. Noi speriamo di spuntarla. Lui sarà la nostra bandiera. Con la società napoletana discuteremo anche di Mario Tessitore, altro elemento che vogliamo che resti con noi”. Probabile che Fevola, nel prossimo campionato, possa anche vestire i gradi di capitano. Ancora vuota la casella riguardante il tecnico che guiderà questo team. “Coach Annunziato – conclude Romeo – gode della nostra più completa stima. Non abbiamo ancora parlato della prossima stagione perché quella appena conclusa è stata molto dura ed intensa ed abbiamo deciso insieme di discuterne dalla settimana prossima”.
 
 
 

Valid XHTML and CSS.